Labirintolitiasi: VERTIGINE PAROSSISTICA DA POSIZIONAMENTO BENIGNA (VPPB)

Cos’è la Vertigine Parossistica da posizionamento Benigna ?

La vertigine parossistica da posizionamento benigna causa vertigini, le quali si pensava fossero dovute a detriti raccolti dentro una parte dell’orecchio interno. Questi debris possono essere paragonati a dei sassolini,sebbene il loro nome formale sia otoliti. Questi sassolini sono piccoli cristalli di carbonato di calcio che costituiscono normalmente una parte della struttura nell’orecchio chiamata otricolo. L’otricolo potrebbe essere leso da un trauma cranico,infezione o altre malattie dell’orecchio interno oppure si potrebbe degenerare a causa dell’età avanzata. Normalmente gli otoliti hanno un lento “turnover”.

Questi sono dapprima prodotti e poi riassorbiti dalle “DARK CELLS (cellule nere)” del labirinto, le quali sono situate in una zona adiacente all’utricolo.

I sintomi della VPPB includono vertigini, capogiri,instabilità e nausea. Le attività che provocano questi sintomi variano a secondo delle persone, ma i sintomi sono quasi sempre dovuti ad un cambiamento di posizione della testa rispetto la forza di gravità.

Alzarsi dal letto oppure girarsi sono i gesti più comuni che permettono il verificarsi di questo problema.

Le persone che soffrono di VPPB lamentano , nei periodi intercritici , spesso sensazione di vertigine ed instabilità quando inclinano la testa o guardano in alto.

Alcune donne, che accusano la VPPB,trovano che farsi lo shampoo dal parrucchiere scateni questi sintomi.

La VPPB può presentarsi per poche settimane ,poi si ferma,e poi ricomincia di nuovo.

Cosa causa la VPPB ?

La causa più comune della VPPB nelle persone di età inferiore ai 50 anni è il trauma cranico.Nelle persone più anziane,invece è la degenerazione del sistema vestibolare dell’orecchio interno.

La VPPB inizia ad aumentare sempre più di solito con l’avanzare dell’età.

Nella metà di tutti i casi, la VPPB è chiamata “idiopatica”, dal momento che si verifica per cause ignote. I virus che infettano l’orecchio, come quelli che causano la neurite vestibolare oppure che attaccano l’arteria cerebellare inferiore anteriore e la malattia di Meniere sono cause significanti ma insolite.

Come è diagnosticata la VPPB ?

Il vostro medico può fare la diagnosi raccogliendo l’anamnesi, ed eseguendo dei tests clinici : Bed Side examination con videonistagmoscopia ad infrarossi.

E’ possibile riscontrare una VPPB in entrambi i labirinti (VPPB bilaterale).

Come è trattata la VPPB ?

La VPPB spesso è stata descritta come “autolimitante ” perché spesso i sintomi si calmano o scompaiono entro sei mesi dall’attacco. I sintomi tentano a crescere o decrescere. Comunque ci sono vari tipi di manovre fisiche ed esercizi che si sono dimostrate efficaci nel risolvere il problema nella stragrande maggioranza dei casi.

Nelle prossime sezioni sono descritte tre varietà di trattamento conservativo che coinvolgono esercizi ed un trattamento che coinvolge la chirurgia.

TRATTAMENTO AMBULATORIALE

Ci sono trattamenti riguardanti la VPPB che di solito sono eseguiti negli studi medici.

I trattamenti sono molto efficaci,con un 80% di guarigione, secondo lo studio di Herdman ed altri (1993). Questi trattamenti , le manovre ed i loro inventori sono in grado di spostare questi sassolini dalla parte più sensibile dell’orecchio (canale posteriore)in una meno sensibile. Ogni manovra completa viene effettuata in circa 15 minuti.

La manovra di Epley, ad esempio,detta anche di “riposizionamento delle particelle”, modificata, coinvolge il movimento sequenziale della testa in 4 posizioni,stando in ogni posizione per circa 30 secondi .

La percentuale di ricorrenza della VPPB dopo queste manovre è di circa il 30%,ed in alcuni casi è necessario un secondo trattamento.

Dopo ognuna di queste manovre si dovrebbero seguire le istruzioni qui sotto ,le quali mirano a ridurre la possibilità che i “detriti(otoliti)” ritornino di nuovo nelle parte “sensibile” del labirinto.

Istruzioni per i pazienti dopo il trattamento (Manovra di Semont o di Epley)

– Aspettare 10 minuti dopo che è stata eseguita la manovra prima di andare a casa. Questo per evitare “capogiri improvvisi”, o brevi attacchi di vertigini.

– Non guidare ma lasciare che sia qualcun altro a guidare per voi.

– Dormire supini per le due notti successive con due cuscini sotto la testa , in modo tale che la testa formi un angolo di 45°.

– Durante il giorno , cercare di mantenere la testa il più possibile verticale/dritta.

– Evitare di andare dal parrucchiere e dal dentista. Inoltre non bisogna fare esercizi che richiedono movimenti della testa. Quando gli uomini ,invece,si radono sotto il collo dovrebbero piegare in avanti il loro corpo in modo tale da tenere la testa verticale.

-Nel caso in cui alcune persone devono mettersi il collirio,devono cercare di metterselo senza inclinare la testa in dietro.

– Lo shampoo va fatto solo sotto la doccia. Per almeno una settimana, evitare di fare determinati movimenti con la testa che potrebbero scatenare di nuovo la VPPB.

– Evitare di dormire sul lato affetto, almeno nelle 48 ore successive al trattamento.

– Non abbassare o alzare la testa rapidamente per le 48 ore successive al trattamento.

– Evitare di estendere la testa mentre ci si sdraia , specialmente con la testa girata verso il lato affetto.

– Prestare inoltre la massima attenzione quando ci si reca dal parrucchiere, dal dentista e mentre ci si sottopone a piccoli interventi chirurgici.

– Provare a stare il più possibile in posizione eretta.

– Evitare per almeno una settimana di eseguire gli addominali; evitare di stare alzati fino a tardi; di nuotare e di indossare scarpe con tacchi alti per almeno una settimana.

– Dopo una settimana dal trattamento, si può tranquillamente mettersi anche nella posizione che di solito ci scatena la vertigine.

– Contattate il vostro medico affinché verifichi la vostra condizione.

Come potrebbe la VPPB modificare la mia vita ?

Alcuni cambiamenti potrebbero essere necessari nelle vostre attività quotidiane affinché possiate affrontare le vertigini. Usare due cuscini quando si dorme. Evitare di dormire sul lato affetto. Al mattino alzarsi lentamente e restare seduti sul ciglio del letto per almeno un minuto. Evitare di chinarsi per prendere oggetti e di estendere la testa, come per esempio per prendere qualcosa su uno scaffale. Prestare la massima attenzione quando si va dal dentista, dal parrucchiere quando bisogna inclinare la testa all’indietro per lavarla , quando si praticano attività sportive e quando ci si distende.

Cosa è una VPPB atipica ?

Esistono rare varianti di VPPB, le quali si verificano spontaneamente o dopo le manovre liberatorie. Si pensa che queste varianti siano causate dalla migrazione di otoliti in altri canali oppure da una particolare “fragilità” del sistema maculare ovvero da una serie di patologie , anche autoimmuni che lo “danneggiano”.

Quale è la forma più comune di VPPB?

La VPPB del canale laterale è la variante più comune,e ne giustifica circa il tre per cento dei casi. E’ diagnosticata dalla visione di un nistagmo orizzontale che cambia direzione secondo. Il nistagmo può essere diretto sia verso terra (geotropo) oppure verso l’alto (apogeotropo).La VPPB nel canale posteriore è estremamente rara e probabilmente transitoria quando si verifica.E’ diagnosticata da un nistagmo posizionale con movimenti rotatori e di downbeating. A differenza della VPPB tipica che ha un preciso trattamento, la VPPB ATIPICA ancora non ha nessun trattamento specifico. Gli esercizi di “log roll” sono una procedura in cui l’individuo è fatto ruotare attraverso movimenti rapidi di 90°, iniziando da supino/orecchio affetto diretto verso il basso, a supino, orecchio diretto verso l’alto, ogni movimento va eseguito a intervalli di trenta secondi o di un minuto. Questa procedura sembra che sia accettabile ma l’efficacia ancora non è stata dimostrata Esiste una statistica che dimostra il 75% dell’efficacia (15/20) di una variante di una procedura chiamata “iterative full-controlateral roll”,si inizia supini con il naso all’insù , poi si effettua un giro completo di 360° con incrementi di 90°, ruotando verso l’orecchio sano. Questa procedura è eseguita una o due volte in clinica e ripetuta a casa per sette giorni.

 

Advertisements

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: