Una diagnosi di osteoporosi dal dentista

La nuova tecnica offre il vantaggio di essere effettuata su lastre ottenute per altri scopi e pertanto non c’è necessità di esporre il soggetto a ulteriori dosi di radiazioni. Grazie a un finanziamento ottenuto nell’ambito del V Programma quadro dell’Unione Europea i ricercatori dell’Academic Center for Dentistry di Amsterdam hanno messo a punto una nuova metodica che consente di analizzare le radiografie dentali per ricavarne una diagnosi di eventuale osteoporosi. Secondo lo studio, presentato alla 85-esima Sessione generale dell’International Association for Dental Research è sufficiente un’immagine ai raggi X dell’osso trabecolare per poter effettuare una valutazione completamente automatizzata che in quanto ad accuratezza, può competere con la densitometria ossea, l’attuale gold standard per la diagnosi dell’osteoporosi. Oltre ciò, la nuova tecnica offre il vantaggio di essere effettuata su lastre ottenute per altri scopi e pertanto non c’è necessità di esporre il soggetto a ulteriori dosi di radiazioni. L’osteoporosi è un disturbo molto diffuso nei paesi occidentali, e colpisce soprattutto le donne dopo la menopausa. Dopo i 50 anni affligge già il 15 per cento della popolazione femminile, dopo i 60 anni la prevalenza cresce al 22 per cento e dopo i 70 anni al 38,5 %%. Oltre gli 80 anni, circa il 70 per cento delle donne sono a rischio di incorrere in una frattura ossea. Lo screening su larga scala dell’osteoporosi è ostacolata in gran parte dalla penuria di apparecchi di diagnosi e di personale specializzato e anche alla luce di questo è interessante considerare una diagnosi basata su esami di routine. (fonte Le Scienze)

Annunci

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: