‘Troppo cervello’ dà l’emicrania

Non è ancora chiaro se gli attacchi di emicrania siano la causa o il risultato di queste alterazioni strutturali.
Le persone che soffrono di emicrania mostrano alcune differenze, rispetto ai soggetti normali, in un’area cerebrale che concorre a elaborare le informazioni sensoriali, ivi incluse quelle dolorifiche: è quanto risulta da una ricerca condotta presso il Massachusetts General Hospital di Boston i cui risultati sono pubblicati sull’ultimo numero della rivista Neurology, edita dalla American Academy of Neurology.
Lo studio ha in particolare scoperto che una parte della corteccia cerebrale dei soggetti affetti da emicrania è alquanto più spessa del normale, in media del 21 per cento. “Ripetuti attacchi di emicrania possono essere la causa o il risultato di queste alterazioni strutturali”, ha osservato Nouchine Hadjikhani, che ha diretto lo studio. “La maggior parte dei soggetti esaminati ha sofferto di emicrania fin dall’infanzia, e questa sovra-stimolazione a lungo termine potrebbe spiegare questi cambiamenti. Ma è anche possibile che chi sviluppa l’emicrania sia naturalmente più sensibile alla stimolazione. ” Secondo Hadjikhani i risultati indicano che i meccanismi sensoriali cerebrali rappresentano un fattore importante nello sviluppo della patologia. “Questo può spiegare perché chi soffre di emicrania lamenti spesso anche altri disturbi dolorosi, come mal di schiena o dolori mandibolari, o altri problemi di tipo sensoriale, come l’allodinia, in cui anche uno stimolo leggero come una brezza può provocare dolore.” Altri studi hanno già messo in correlazione cambiamenti nella corteccia e stati patologici; nella sclerosi multipla e nell’Alzheimer, per esempio, si nota un assottigliamento dello spessore, ma a carico delle aree deputate alle capacità motorie e all’apprendimento.

Annunci

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: