Archivio per agosto 2008



Gene difettoso causa fegato grasso?

Un gene difettoso potrebbe essere la chiave del fegato grasso o steatosi epatica, che e’ la principale causa di malattie croniche del fegato. E’ quanto emerge da uno studio condotto su un’ampia popolazione e pubblicato su Gastroenterology, coordinato dall’Università’ di Newcastle assieme alle Università Cattolica e dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, all’Università’ di Torino, della Mount Sinai School of Medicine di New York.

Perchè siamo gelosi?

Quando un oggetto ci appartiene gli diamo implicitamente più valore e siamo più restii a disfarcene o a prestarla, proprio perché è nostra: più o meno evidente in ognuno di noi, questo comportamento ‘possessivo’ dipende da alcune regioni del cervello tra cui l’insula, centro delle emozioni. Lo rivela uno studio pubblicato sulla rivista Neuron da ricercatori della Università di Stanford. La scoperta è importante, non solo perché svela le basi del ‘senso del possesso’, ‘della proprieta”, insite nel nostro cervello, ma anche perché spiega un’anomalia della teoria economica nota da anni.

Si tratta del fenomeno noto come ‘effetto dotazione’, spiega Brian Knutson che ha condotto gli esperimenti, un errore che porta a valutare di più un bene che possediamo rispetto allo stesso bene non nostro. Insomma la nostra natura fa sì che valga più un bene già nostro, parte della nostra dotazione, cosa che, se nel piccolo è solo fonte di qualche egoismo, in economia può influenzare l’attività dei mercati.

Gli esperti hanno riprodotto il fenomeno dando in dotazione a un grupo di volontari una serie di cose che potevano vendere, acquistando quelle di altri. Dal gioco di prezzi all’atto di queste compravendite e dall’analisi contemporanea dell’attività del loro cervello, è emerso che il livello dell’attività di un’area neurale, l’insula, è fortemente legato all’effetto dotazione, cioé a quanto ciascuno è possessivo. Infatti, conclude Kuntson, osservare l’attività dell’insula in questi giochi permette di indovinare quanto ciascuno sia suscettibile all’effetto dotazione, ovvero quanto sia possessivo.

fonte ANSA

Botulino, quasi sempre è nelle conserve di casa

Salumi fatti in casa, formaggi e conserve sott’olio: è proprio nelle gustose preparazioni casalinghe che si annida il rischio botulino. La tossina alimentare, infatti, si nasconde in nove casi su dieci proprio nelle conserve fai-da-te. Il monito viene dagli esperti dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie (Izsve), che ricordano poche e semplici regole per non correre rischi. Il botulismo, come spiega il direttore dell’istituto Igino Andrighetto, è una infezione alimentare grave, “pertanto il rischio connesso al consumo di alcune preparazioni alimentari casalinghe non deve essere sottovalutato, soprattutto durante le fasi di preparazione e conservazione”. Occhio dunque alle conserve artigianali e domestiche di vegetali sott’olio e in acqua, ai salumi fatti in casa, alle conserve di pesce e ai formaggi. Anche i prodotti industriali come salse, sott’oli e mascarpone, però, possono essere a rischio. In Italia, rassicurano gli esperti dell’Izsve, i casi di intossicazione da botulino sono rari. “Nel 2006, 2007 e 2008 – spiega Andrighetto – abbiamo eseguito rispettivamente 87, 65 e 124 analisi su campioni di alimenti per la ricerca della tossina non riscontrando alcuna positività”. Le conferme degli episodi di botulismo alimentare nel nostro Paese, aggiungono gli esperti, riguardano per circa il 70% le conserve domestiche e per il 30% quelle industriali. Come evitare allora che un pranzetto interamente fatto in casa non venga guastato da una corsa in ospedale? L’Izsve consiglia innanzitutto di preparare le conserve solo con alimenti di prima qualità, che devono essere ben lavati e asciugati. Prima di iniziare, poi, è buona norma lavarsi bene le mani e pulire accuratamente il piano di lavoro. Per conservare i cibi, continuano gli esperti, è meglio usare contenitori piccoli, preferibilmente con chiusura ermetica, precedentemente sterilizzati facendoli bollire per almeno 15 minuti. E ancora, conservare i contenitori in luoghi freschi e asciutti, far bollire le salse a 80 gradi per 10 minuti prima della preparazione (per eliminare l’eventuale presenza della tossina). E’ importante poi scartare le conserve che hanno un rigonfiamento del coperchio del contenitore, bollicine, fuoriuscita di liquidi o colore e odore alterati. E mai, assolutamente mai, assaggiare conserve sospette.

Calcola da te la data del parto!

Il regolo ostetrico è lo strumento utilizzato dal ginecologo e dall’ostetrica per il calcolo delle settimane di gravidanza (epoca gestazionale) e della data presunta del parto D.P.P. Abbiamo realizzato una versione elettronica che permette di ottenere risultati estremamente precisi. Per effettuare il calcolo della data del parto è sufficiente inserire i dati richiesti nel modulo che compare qui sotto e fare clic sul pulsante calcola… Se conosci già la data presunta del concepimento hai anche la possibilità di calcolare la data del parto direttamente sulla base di quel valore, oppure puoi farlo successivamente e confrontare il risultato con quello ottenuto a partire dalla data dell’ultima mestruazione U.M.

P.S. clikka sul regolo! o qui.

Oggi ultimo giorno di ferie …

Il galateo del Paziente

Mentre attraversiamo un periodo “triste” per il rapporto medico-paziente Vi offro un piccolo galateo dell’interazione medico-paziente . Proposta sulle dieci regole di “bon-ton” che dovrebbe seguire un paziente “modello”.


  1. Tenta di non chiamare il medico sul cellulare o a casa dopo le 21.30, se non è davvero urgente: se si tratta di un dubbio sul numero di gocce puoi aspettare l’indomani. Se pensi di avere un disturbo serio sarà felice di darti indicazioni. In altri casi, tenta di ricordare che anche lui ha una famiglia con la quale è presumibile voglia trascorrere del tempo e che anche lui ha una vita privata che va rispettata. Lo stesso valga per la domenica e i giorni di testa: il cellulare è un numero riservato che va utilizzato con discrezione e parsimonia, non un servizio attivo di “telefono amico” 24 ore su 24.
  2. Non uscire mai dal suo studio con la sensazione di non aver capito. Cerca di chiarire ogni dubbio mentre sei ancora con lui: vai via quando sei certo di aver capito tutto, senza essere costretto a richiamarlo 1 ora dopo per chiedergli chiarimenti. Ci sono altri pazienti che, come te, hanno il diritto di essere visitati godendo della sua attenzione e senza interruzioni continue. Se il tuo medico parla difficile hai il diritto di chiedergli spiegazioni semplici, comprensibili ed adeguate al tuo grado di cultura. suo dovere metterti in condizioni di capire ciò che riguarda la tua salute.
  3. Se sei ricevuto per una visita sii chiaro, ma conciso e non pretendere che ti dedichi tutto il pomeriggio. Rispondi alle sue domande con chiarezza e prepara in anticipo quelle che vuoi chiedergli.
  4. Non alterare in nessun modo la terapia.
  5. Non presentarti senza appuntamento pretendendo che ti visiti.
  6. Non lo usare solo come fornitore di ricette.
  7. Non chiedergli di segnare a nome di tua nonna, che ha 89 anni ed è esente dal ticket, farmaci che servono a te.
  8. Non chiedergli certificati medici per giustificare l’assenza da lavoro se non sei malato: lo costringeresti ad un reato chiamato “falso in atto pubblico”.
  9. Se sei ricoverato hai il diritto che si metta in contatto con i medici che ti hanno in cura o che venga in ospedale, ma ciò deve avvenire compatibilmente con i suoi impegni lavorativi.
  10. Presentati alla visita pulito sia nel corpo che nella biancheria perché il contatto ravvicinato non debba essere motivo di disturbo o disagio. Se sei una donna evita accuratamente la biancheria intima seducente e le profumazioni eccessive: anche se il medico può avere il fascino del “camice bianco” non è lì per subire avances o ammirare la lingerie.

(Se osserverai queste semplici regole sarai un paziente gradito e godrai dell’attenzione del tuo medico ogni volta che ne avrai bisogno).

dott. Carlo Cottone, manager Galeno Salute e medico specialista in medicina interna

Siamo in ferie fino al 17 agosto!


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: