H2-breath test

Che cos’è | L’H2-breath test è un esame rapido e indolore capace di diagnosticare la presenza dell’Helicobacter Pylori, il batterio responsabile di molti casi di gastrite.

Quando si esegue | Il test viene eseguito nei casi di sospetta ulcera gastroduedenale e in presenza di dolori gastrici.

Come funziona | L’Helicobacter Pylori è un microrganismo che aderisce alla mucosa gastrica e vi sopravvive grazie alla produzione di ureasi, un enzima che scinde l’urea nello stomaco liberando anidride carbonica (CO2) – assorbita ed eliminata attraverso i polmoni – e ammoniaca. Normalmente nel nostro organismo l’ureasi non è presente, quindi l’urea ingerita viene smaltita nelle urine. Il test si basa proprio su questo processo: il paziente assume per via orale dell’urea contenente l’isotopo 13C (non radioattivo e innocuo) del carbonio; se presente, l’Helicobacter Pylori scinde l’urea producendo CO2 con tracce dell’isotopo; l’anidride carbonica “marchiata” finisce nell’area espirata dai polmoni, che può essere analizzata per verificare la presenza di ureasi nell’organismo e quindi del batterio. Il paziente deve quindi prima soffiare tutta l’aria che ha nei polmoni in un flacone (campionamento dell’aria espirata basale), poi ingerisce una pasticca di urea marcata con l’isotopo 13C e – dopo un’attesa di circa 30 minuti – soffia altra aria in un nuovo flacone. La presenza dell’Helicobacter Pylori viene diagnosticata in caso di aumento di 13C nell’aria espirata dopo l’ingestione della pasticca. Il test non ha controindicazioni.


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: