Diagnosi più precise? Basta una fotografia

Guardare in viso il paziente, dare un volto a cartelle cliniche e lastre, stabilire un rapporto empatico tra medico e assistito. Una ricerca israeliana dimostra che non si tratta di conquiste solo sul piano umano, ma anche di un potenziale miglioramento dal punto di vista diagnostico. Allegare quindi le fotografie dei pazienti alle lastre che il medico deve esaminare serve a migliorare le prestazioni dei dottori: lo studio è stato presentato al congresso annuale della Radiological Society of North America. I radiologi infatti hanno scarsi contatti umani con le persone che chiedono il loro consulto. “Il nostro studio serve a porre l`accento su un approccio al paziente come essere umano e non come un anonimo caso di studio”, spiega Yehonatan Turner, coordinatore della ricerca. Lo studio ha coinvolto 15 radiologi e 318 pazienti: le loro fotografie venivano visualizzate automaticamente ogni volta che il medico accedeva ai files della cartella clinica per consultare tomografie e raggi X. Tutti i dottori confermavano di provare maggiore empatia nei confronti dei pazienti di cui avevano visto la fotografia e leggevano anche con maggiore accuratezza le loro lastre. Circa l`80% delle anomalie riscontrate dai radiologi nel corso di questa ricerca non sono state poi rilevate tre mesi dopo, quando le lastre sono state riesaminate da altri colleghi ma senza il supporto della fotografia. “Le foto sono di grande aiuto sia per migliorare l`accuratezza della diagnosi che per quanto riguarda il rapporto medico-paziente – conclude Turner –. A ogni cartella clinica e a ogni lastra ai raggi X dovrebbero essere allegate le fotografie del malato”.

 

Consulta i nostri Specialisti Radiologi,

CHIAMA il 0923 714 660!

Advertisements

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: