Scoperto legame tra Alzheimer e virus herpes simplex

Il comune virus dell’herpes labiale potrebbe essere coinvolto nei meccanismi che sono in grado di provocare l’insorgenza del Morbo di Alzheimer. Questa conclusione è deducibile da uno studio scientifico svolto in Inghilterra alla Manchester University, da un gruppo di studiosi coordinati dalla dottoressa Ruth Itzhaki. I ricercatori hanno scoperto che esiste un legame tra il virus herpes simplex (HSV), che solitamente attacca le labbra, e l’accumularsi delle placche della proteina beta amiloide, tra le cause principali dell’Alzheimer, nel cervello. Questo vale in particolare per le persone anziane affette da questa grave demenza degenerativa: tali soggetti presentano infatti un sistema immunitario più fragile e indebolito, risultando quindi più facilmente attaccabili dai batteri e dai virus. Esaminando un campione rappresentativo di malati di Alzheimer, i ricercatori inglesi hanno potuto constatare che, all’interno del loro cervello, ben il 90% delle placche proteiche presentava frammenti del DNA virale dell’herpes simplex di tipo 1. In precedenza la dottoressa Itzhaki e colleghi avevano dimostrato che l’infezione virale, indotta sulle cellule nervose di topolini da laboratorio, conducevano all’accumulo di placche di proteina beta amiloide nel cervello dei roditori. Era già stato osservato che il virus dell’herpes simplex è presente nell’encefalo di molti individui anziani e che esiste uno specifico fattore genetico che predispone maggiormente all’insorgere del Morbo di Alzheimer rispetto al resto della popolazione. Notevole è stata la percentuale riscontrata di casi in cui il virus dell’herpes simplex resta dormiente senza manifestarsi anche per lunghi periodi di tempo: questo è accaduto al 20-40% delle persone infettate. I dati scientifici attualmente raccolti non consentono ancora di affermare chiaramente che l’Alzheimer viene causato dal virus dell’herpes simplex di tipo 1, tuttavia gli stessi ricercatori sono convinti che la loro scoperta potrebbe presto contribuire a sviluppare una cura efficace per la malattia di Alzheimer utilizzando i farmaci antivirali. In attesa di future conferme o smentite, lo studio scientifico inglese è comunque un ulteriore tassello di conoscenza che si aggiunge al puzzle di nozioni già a disposizione sull’Alzheimer.

CHIAMA il 0923 714 660 e parla con il ns. Neurologo!

Annunci

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: