Cacao e cioccolato: mille anni di tentazioni per la medicina dei Maya

coppe cioccolatoC`è stato persino chi era disposto a fare duemila chilometri per assaggiarne un pò, quando ancora i mezzi di trasporto moderni non erano stati inventati. La cioccolata, a quanto pare, fa impazzire i palati dei golosi da ben mille anni. È quanto emerge dalla scoperta pubblicata su Proceedings of the National Academy of Sciences dai ricercatori dell’Università del Nuovo Messico, secondo cui il consumo di cacao risale a un periodo compreso tra il 1000 e il 1250. La datazione è stata possibile grazie alla scoperta di un vaso contenente tracce di teobromina – un alcaloide naturale presente nelle piante di cacao – rinvenuto nel sito di Pueblo Bonito, nel Canyon Chaco, un sito abitato dai Maya a più di 2 mila chilometri di distanza dalle piantagioni.

Il cacao con le sue diverse sfaccettature, riesce a venire incontro al gusto di chiunque: che sia al latte, fondente o aromatizzato al peperoncino, prima o poi anche il palato più esigente cede alle sue lusinghe. Non bisogna tuttavia scordare, che il cioccolato – se assunto con moderazione – fa anche bene al nostro organismo, sotto diversi  aspetti. Innanzitutto ha effetti benefici sull’umore, grazie alle sue proprietà antidepressive. Poi, se fondente e assunto in piccole dosi, protegge le coronarie e l’organismo dalle malattie cardiovascolari. Alcune sostanze contenute nel cacao, i flavonoidi sono tra queste, proteggono inoltre le cellule cerebrali e potenziano le capacità cognitive del nostro cervello, oltre a prevenire e alleviare alcune forme di demenza senile e le conseguenze dell’ictus.

Sempre i flavanoidi, in associazione con le procianidine e la teobromina – contenute anch’esse nel cacao-, favoriscono il metabolismo umano, poiché facilitano il controllo dell’ipercolesterolemia, dell’ipertensione e persino del diabete. Una barretta di fondente al giorno aiuta poi a diminuire il rischio di anemia e, durante la gravidanza, di gestosi – sindrome caratterizzata da un’alterazione della placenta. Inoltre, il cacao riduce gli attacchi di cefalea e allevia le sindrome premestruale.

E che dire del fatto che consumare cioccolato fondente aiuta a non ingrassare, riducendo il desiderio di cibi grassi? O che la cioccolata migliora le performance sessuali? Probabile che i Maya, oltre mille anni fa, la sapessero già lunga.

 

fonte SALUTE24.it


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: