Cuore di mamma: meno infarti e ictus per chi allatta al seno

allattamentoE poi dicono che i figli non sono riconoscenti. Il latte materno dona ai neonati forza e nutrimento, e i bebè, mammoni sin da piccoli, decidono di sdebitarsi: le mamme che allattano al seno hanno infatti meno probabilità di avere attacchi cardiaci, rischi cardiovascolari o ictus. Lo afferma un studio dell’Università di Pittsburgh che sarà pubblicato su Obstetrics and Gynaecology. 

Toccatemi tutto, ma non la mia mamma – La ricerca ha analizzato quasi 140mila donna in menopausa, scoprendo che i figli sono la migliore medicina possibile. Allattare al seno per oltre un anno abbassa il rischio di infarto o ictus del 10%, riduce del 12% il  pericolo di ipertensione e addirittura del 20% quello di diabete e colesterolo alto rispetto a chi ha usato il biberon. E ancora, l’allattamento protegge da tumori ovarici e mammari, e anche dall’osteoporosi. Vantaggi sorprendenti, anche perché capaci di incidere profondamente per decenni: le donne osservate avevano infatti avuto l’ultimo figlio almeno 35 anni prima dello studio.

 

Mammoni è meglio – “Sapevamo che allattare al seno era importante per la salute del bambino – afferma Eleanor Bimla Schwarz, tra gli autori della ricerca -. Ora sappiamo che lo è anche per il benessere della madre. Il nostro studio dimostra infatti che le donne sono più vulnerabili ad alcuni problemi di salute se dopo la gravidanza smettono troppo presto di allattare”. Perciò, prosegue Schwarz “sarebbe opportuno incoraggiare le donne ad allattare i propri figli più a lungo possibile: sarebbe un vantaggio sia per loro che per i piccoli”.

 

fonte SALUTE24.it

Advertisements

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: