Bellezza: viso a cuore e zigomi elevati, boom di filler tra le celebrità

Nicole KidmanAddio ai visi congelati da lifting estremi e ai sorrisi paralizzati da overdose di botulino. Quest’anno fra le celebrità non più giovanissime impazza la ‘pillow face’, un volto ‘a cuscinetti’ caratterizzato da zigomi prominenti, un’area sotto gli occhi incredibilmente liscia e piatta, labbra piene, e una fronte che non è solo liscia grazie al botox, ma anzi curva e ben imbottita. E la moda, notano gli specialisti in filler britannici sul quotidiano ‘Daily Mail’, sembra aver contagiato bellezze della musica e dello spettacolo, da Madonna a Nicole Kidman, ma anche Michelle Pfeiffer, Meg Ryan, Liz Hurley e Pamela Anderson. Perfino la first lady francese, Carla Bruni, mostra delle guance gonfie e piene che qualcuno malignamente definisce improbabili su una donna molto magra ‘over 40’. E se le celebrità assicurano che il loro aspetto liscio e polposo è frutto del ‘religioso’ consumo di litri e litri di acqua al giorno e maratone di yoga, gli specialisti non hanno dubbi nel puntare il dito contro il boom di trattamenti non chirurgici, in particolare filler artificiali, in voga per rimpolpare volti magri e scarni. I vecchi lifting erano basati sull’idea che la pelle che cede invecchia il viso, così i chirurghi tiravano l’epidermide per regalare un aspetto più giovane alle pazienti. Ma un altro aspetto importante dell’invecchiamento è la perdita di volume e pienezza sotto la pelle. In uno studio del 2007 un chirurgo plastico di Dallas (Usa) rivelò che con l’età perdiamo grasso vitale sul viso. Prima ‘sfugge’ quello intorno agli occhi, poi sugli zigomi, quindi intorno alla bocca e sotto le linee naso-bocca e, infine, sulla fronte e sui lati del viso. “L’ideale proporzione di una faccia femminile giovane è un triangolo rovesciato, con guance piene e fronte polposa, che culmina in un volto a forma di cuore”, assicura Michael Prager, chirurgo londinese specializzato in trattamenti anti-età iniettabili. “Quando invecchiamo, accade il contrario: perdiamo le nostre guance polpose e accumuliamo volume intorno a mento e collo. In un viso giovane la pienezza è negli zigomi, come accade alla Pocahontas della Disney, mentre invecchiando si concentra sul mento, come in Shrek”. Attenzione: la perdita di ‘sano’ grasso può iniziare già verso la fine dei 20 anni, avverte Prager. “Tutto – assicura – dipende dallo stile di vita. Ma è dai 30 che lo svuotamento delle guance inizia a farsi evidente, specie nelle persone che fanno molte diete e troppo sport, proprio come le celebrity”. Così sul mercato si sono moltiplicati i filler iniettabili: i più popolari a base di acido ialuronico. Si tratta di interventi temporanei, che durano un anno e sono perfettamente reversibili. Case cosmetiche, industrie farmaceutiche e chirurghi fanno a gara per creare il prodotto migliore e regalare alle donne guance tonde da bimba. Non solo: con il trattamento gonfia-zigomi la pelle sul mento si rialza automaticamente e le linee naso-bocca spariscono. Oltretutto in questo modo le celebrità possono dire, in completa onestà, di non esseri sottoposte ad alcun trattamento di chirurgia plastica. Se ben applicati i filler possono regalare un sottile effetto ringiovanente, ma a volte anche una sorprendente ‘faccia a cuscino’, piena di improvvise rotondità, tanto comune di questi tempi fra dive non più giovanissime. A volte si usa anche il grasso delle stesse pazienti, prelevato e impiantato dove serve. Ma in casi estremi il trattamento regala un aspetto tumefatto e ‘matelassé’ decisamente poco affascinante. Eccessi legati al fatto che “il grasso è imprevedibile, l’organismo usa quello impiantato, e così molti medici tendono a metterne troppo”, sottolinea il chirurgo plastico britannico Rajiv Grover. Anche moltiplicare i siti delle punturine di filler (alle tempie, intorno agli occhi) rischia di provocare un effetto-maschera decisamente grottesco. “Uno dei più grossi errori con i filler è voler creare qualcosa che prima non c’era”, dice Prager. L’antidoto? Andare dal chirurgo con una foto di quando si avevano 30 anni, suggeriscono gli esperti. Così si eviteranno trasformazioni eccessive.

Fonte Adnkronos Salute

Advertisements

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: