Cellulite: no alle sigarette, sì a verdure e aquagym

celluliteNon è una malattia, ma una predisposizione fisica. E riguarda circa il 95% delle donne. Quasi la totalità. Ad affermare che alla cellulite non si deve guardare come a una patologia, ma come a un accadimento naturale per la stragrande maggioranza delle donne, è Carlo D’Aniello, presidente della Sicpre (Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica). Mal comune mezzo gaudio, dunque? Forse sì: sapere che il problema accomuna molte persone, se non altro, aiuta a non sentirsi sole. Ma se in quel 95% di donne che hanno la pelle a buccia d’arancia ce ne sono molte che se ne fanno una ragione senza farsene una malattia, molte altre, invece, soprattutto con l’arrivo dell’estate dichiarano guerra aperta agli antiestetici cuscinetti che decidono di posarsi su fianchi e cosce, senza vedere mai il momento di sparire.

Le ragioni – La differenza tra chi soffre di cellulite e chi no, spiega D’Aniello, dipende spesso e volentieri dal corredo genetico, inclemente nella maggior parte dei casi. Ma, comunque, qualcosa si può fare per migliorare – o quantomeno per non peggiorare – la condizione della pelle e della ciccia su fianchi e cosce. Come e cosa mangiare? Quanto si deve bere? Tanto per iniziare, spiega D’Aniello, si deve iniziare dal chiudere con le cattive abitudini: “Smettere di fumare è il primo passo da fare se si vuole provare a combattere la cellulite”, spiega a Salute24 D’Aniello.

Cosa fare – Si parte con la tavola: “Mangiare in modo sano, senza condire troppo i cibi, e consumare molta frutta e verdura”. E poi dissetarsi con l’acqua, evitando il più possibile bevande dolci e gassate: “Molto importante è bere tanta acqua, ricordando che più si va in là con l’età – continua l’esperto – più si deve aumentare la quantità di acqua e fibre introdotta nell’organismo quotidianamente”. Per favorire una buona circolazione venosa e linfatica, poi, non si possono dimenticare le passeggiate: “Da svolgere rigorosamente nei momenti più freschi della giornata. L’ideale sarebbe poter passeggiare in acqua, per favorire ulteriormente il ritorno venoso”. E se non si vive vicino al mare, si può sempre optare per un corso di acquagym in palestra.

Advertisements

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: