GLI OMEOPATI SOLLECITANO L’APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA SUL SETTORE

Homeopathic medication

Migliaia di medici italiani, raggruppati sotto la sigla di Aiot, Associazione medica italiana di omeopatia, omotossicologia e medicina integrata, che rappresenta la maggiore associazione di medicina complementare in Italia, a tre anni dal recepimento della direttiva europea sui farmaci hanno espresso profonda preoccupazione per la mancata attuazione della direttiva stessa. Secondo l’Aiot l’attuazione degli articoli riferiti al medicinale omeopatico consentirebbe finalmente l’eliminazione di quei divieti che per anni hanno colpito e discriminato l’intero settore dell’omeopatia e che, ad oggi, ancora creano difficolta’ oggettive agli operatori sanitari ed ai milioni di utilizzatori.
L’Aiot ha fatto presente che in Italia sono circa dieci milioni i cittadini che si curano con medicinali omeopatici e, nonostante i pretestuosi attacchi verso questa disciplina, il nostro Paese e’ il terzo in Europa, dopo Francia e Germania, nell’utilizzo di questi farmaci. Dal 1995, infatti, in Italia non e’ possibile immettere sul mercato nuovi farmaci omeopatici, fare pubblicita’ al farmaco omeopatico e inserire le indicazioni terapeutiche. L’associazione ha spiegato che tutto cio’ crea un danno al cittadino, alle aziende che vedono limitate le proprie risorse per gli investimenti in ricerca medico-scientifica e soprattutto agli oltre 20.000 medici che scelgono in scienza e coscienza di usare i medicinali omeopatici e che, per l’impossibilita’ di disporre di nuove armi terapeutiche, vedono limitate le proprie possibilita’ di cura.
I medici omeopati hanno infine sollecitato un intervento chiaro e forte da parte delle Istituzioni preposte.


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: