Vertigini e capogiri: come riconoscerli? L’esperto risponde

Può durare minuti, secondi, ore. Può essere forte e violenta, oppure persistente e ingravescente e, a differenza di ciò che comunemente si crede, tanto più è violenta, tanto migliore sarà la prognosi. Si tratta della vertigine, un disturbo dell’equilibrio che può portare senso di sbandamento e instabilità, ma anche disorientamento, nausea e vomito. Diverse la cause, dai calcoli nell’orecchio, alla circolazione sanguigna, alle infezioni. Ce ne parla Leo Di Bartolo, medico Otorinolaringoiatra, esperto in Vestibologia, nostro Ospite in GALENOsalute.

Comunemente si dice “mi gira la testa”: “Può certamente trattarsi di vertigine, ma può trattarsi anche di instabilità, sbandamenti e disorientamento”, spiega l’esperto. Per capire se si tratta di vera vertigine, cioè di sensazione di movimento rotatorio dell’ambiente, “è opportuno osservare quanto dura il giramento di testa, se ci sono altri sintomi – nausea, vomito, pallore, sudorazione, ipoacusia, ronzio auricolare, parestesia – oppure condizioni scatenanti, come un movimento della testa o del corpo, un`infezione, un trauma”.

Differentemente da ciò che si è portati a pensare, “tanto più la vertigine è forte e violenta, tanto migliore sarà la prognosi, poiché la causa va cercata a livello dell’orecchio interno”, continua Di Bartolo. Se, invece, il disturbo dell’equilibrio è persistente e ingravescente, “bisogna pensare o all’esito di un danno cranico dell’orecchio interno, o a una patologia del sistema nervoso centrale, o a un disturbo psichico”.

Se la vertigine dura alcuni secondi. Se la vertigine dura alcuni secondi – in genere tra i 20 e i 30 – ed è scatenata da un movimento della testa, “si tratta di una vertigine posizionale causata dalla presenza di un otolita, comunemente conosciuto come calcolo, presente in uno o più canali semicircolari del labirinto dell’orecchio”. Come si risolve? “In questo caso è sufficiente che il medico esegua dei rapidi movimenti per spostare l’otolite dal canale semicircolare, risolvendo così la vertigine”.

Se la vertigine dura minuti. Se dura alcuni minuti “è opportuno verificare le condizioni della circolazione sanguigna cerebrale e le condizioni cardiache – continua l’esperto – poiché è in queste sedi che è possibile trovare la causa della vertigine”.

Se la vertigine dura alcune ore. Una vertigine che dura alcune ore è causata da un aumento del liquido (endolinfa) dell’orecchio interno. In questo caso, “potrebbe trattarsi della malattia di Meniere o di una sua forma parziale o iniziale”, spiega l’esperto.

Una vertigine che dura più di 24 ore. Una vertigine che dura più di 24 ore “è determinata da una neurolabirintite: in questo caso le cause possono essere virali o vascolari”. Il consiglio? In ogni caso, rivolgersi al proprio medico ed evitare cure fai-da-te.

Annunci

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: