Dopo la palestra i digiuni non servono: è meglio un pò di pasta

Lo sport da solo non basta. Gli effetti sulla salute dipendono da quello che si è mangiato subito dopo. Dopo essersi sfilati tuta e scarpette, l’importante è non restare a stomaco vuoto. È quanto emerge dallo studio pubblicato sul Journal of Applied Physiology dai ricercatori della University of Michigan di Ann Arbor, negli Usa. L’ultimo allenamento, ricordano i ricercatori, è più importante di quelli di settimane, mesi e anni precedenti. Una dieta ipocalorica, proteine e pochi grassi, è ad esempio indicata per aumentare il metabolismo lipidico, quello brucia-grassi, ma non incrementa la sensibilità all’insulina. Per aiutare il trasporto di zuccheri dal sangue alle cellule dei muscoli, infatti, non bisogna abolire i carboidrati, ma assumerne una porzione modesta. Un piatto di pasta, ad esempio, incrementa la sensibilità all’insulina, restituendo ai muscoli le energie perse durante il movimento. La ricerca, suddivisa in quattro sessioni, è stata condotta su un gruppo di uomini tra 28-30 anni, in buona salute anche se dediti ad una vita sedentaria, ai quali è stato chiesto di svolgere una moderata serie di esercizi fisici per circa 90 minuti. Il mattino successivo ad ogni sessione gli studiosi hanno eseguito un’analisi del metabolismo cellulare dei muscoli. “L’attività fisica produce effetti diversi sul metabolismo umano in base al cibo assunto dopo averlo praticato – spiega Jeffrey F. Horowitz, ricercatore dell’Università del Michigan -. Molti dei progressi metabolici legati allo sport derivano proprio dall’ultima sessione svolta, piuttosto che da un aumento della frequenza della palestra”. 

Fonte SALUTE24.it

Annunci

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: