Soffrire di colite

La colite è uno stato di infiammazione del grosso intestino, che può essere causata dalla localizzazione e moltiplicazione di germi patogeni nella cavità intestinale o dall’azione di sostanze tossiche (provenienti dai germi stessi o prodotte da una cattiva digestione e scissione degli alimenti). L’insorgenza può essere favorita anche da altri fattori, come errori alimentari, raffreddamento o infezioni in sedi lontane, come un’otite, una tonsillite o una bronchite. I sintomi che si manifestano sono: dolori addominali, diarrea o stitichezza alternate, emissioni di gas, evacuazioni frequenti di feci poco formate, febbre più o meno elevata e vomito.

Prima di consultare un medico occorre controllare il numero e le caratteristiche delle evacuazioni per riferire al dottore se le feci sono liquide, verdi e se contengono muco o sangue; bisogna sospendere anche l’alimentazione nel caso si tratti di un lattante, dando però da bere abbondanti quantità di acqua o di tè con un pò di zucchero. La colite è un’affezione benigna con una evoluzione in genere favorevole in pochi giorni. Non va tuttavia trascurata a causa del rischio di ricadute o di cronicizzazione. La dieta e la somministrazione di farmaci ad azione antibatterica sono indicati per la terapia della colite acuta di origine infettiva. Quando le alterazioni del transito intestinale sono particolarmente fastidiose e persistenti, sono consigliabili anche farmaci che regolano l’intestino e riducono i processi fermentativi e la produzione di gas. Per quando riguarda la rialimentazione occorre molta prudenza per evitare le ricadute. Si dovranno somministrare cibi leggeri (riso in bianco, patate, carote, pollo lesso, carne ai ferri, mele passate) e in quantità ridotte, almeno per qualche giorno.


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: