Arriva il registro delle protesi al seno

E’ stato approvato il disegno di legge che istituisce il registro nazionale e quelli regionali delle protesi al seno, introducendo inoltre il divieto di ritocco con finalità estetiche per le minorenni. La nuova legge introduce anche l’obbligo da parte del personale medico di informare le pazienti sui rischi che corrono nel sottoporsi a questi interventi.

“Vogliamo tutelare tutti coloro che si sottopongono a questo tipo di intervento chirurgico, – ha dichiarato Ferruccio Fazio, ministro della Salute – sia sotto il profilo della qualità dei materiali utilizzati che dell’appropriatezza degli atti medici. Sono certo, quindi, che questo provvedimento consentirà di ridurre i rischi collegati agli interventi di protesi al seno. Sicuramente i dati che saranno disponibili grazie ai registri ci daranno informazioni utili per predisporre linee guida sull’utilizzo delle tecniche diagnostiche più efficaci e sicure per le donne”.

Il nuovo registro permetterà la completa tracciabilità dei materiali utilizzati, così come della storia medica personale di tutte le donne che avranno fatto ricorso alla protesi. Una pratica alla quale, secondo il Ministero, accedono ogni anno tra le 80 mila e le 100 mila italiane, con costi di circa 4-5 mila euro per ogni intervento completo; il 60% dei ritocchi al seno viene praticato su donne tra i 18 e i 35 anni d’età, mentre un 5% è composto da minorenni.


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: