Posts Tagged 'aspirina'

Endoscopia in corso di terapia antiaggregante. Linee guida.

Alla fine del 2009 l’American Society of Gastrointestinal Endoscopy, l’American College of Cardiology e l’American College of Gastroenterology hanno pubblicato le Linee Guida riguardanti il management dei pazienti in terapia antiaggregante che necessitino di una procedura endoscopica.  

Fonte: Gastrointest Endosc. 2009;70:1060-1070 – Al  Am J Gastroenterol. 2009;104:2903-2917

Annunci

La pillola migliore contro i dolori mestruali

Il dolore mestruale è comunemente curato con FANS. Per fare il punto sui diversi farmaci utilizzati, la Cochrane Collaboration – l’associazione internazionale no profit che raccoglie e valuta criticamente le informazioni sull’efficacia degli interventi sanitari – ha riportato un’ultima revisione sistematica con i dati di 73 studi effettuati in 18 diversi paesi: una mole di indagini scientifiche che coinvolgono oltre 5mila donne. Questi studi confrontano i FANS con il placebo, con altri farmaci antinfiammatori e con il paracetamolo.

Risultato: tutti i FANS si sono dimostrati più efficaci del placebo, con l’eccezione dell’aspirina (acido acetilsalicilico). La revisione, invece, non ha confrontato la diversa efficacia e tolleranza dei diversi FANS, data l’estrema diversità dei dati dei vari studi.

La novità rispetto alla precedente revisione, datata 2003, è sul fronte del confronto con il paracetamolo. Sette anni fa non sembravano esservi prove scientifiche che questa molecola, avesse un’efficacia diversa rispetto ai agli anti-infiammatori non steroidei. Quest’anno invece tre nuovi studi hanno confrontato i due tipi di molecole e in tutti gli studi i FANS sono risultati più efficaci del paracetamolo nel ridurre i sintomi dolorosi. 

“Le donne che fanno uso di questi farmaci devono essere informate correttamente dei possibili effetti avversi – ha affermato Jane Marjoribanks, responsabile della revisione. 

Fonte sito FAROMED.it

Gran Bretagna: aspirina presa ogni giorno fa male!

aspirinaLa diffusa abitudine tra persone sane di prendere una dose quotidiana di aspirina, con l’idea che limiti i rischi di infarto e che ‘in generale faccia bene’, non solo è infondata ma completamente sbagliata. Lo conferma una ricerca dell’università di Edimburgo, illustrata durante la conferenza dell’associazione europea di cardiologia a Barcellona.

L’abuso di aspirina non solo non offre alcun vantaggio, ma in realtà c’é il rischio che una dose quotidiana a lungo termine causi emorragie interne che possono essere anche mortali. Se il medicinale, infatti, è spesso consigliato a chi ha avuto già infarti, all’interno in una cura specifica, non dovrebbe essere prescritto a chi gode di buona salute. Lo studio dell’università di Edimburgo ha osservato 3350 persone per circa 8 anni, divisi in due gruppi: uno a cui è stato somministrata l’aspirina quotidianamente e l’altro a cui é stato dato un placebo. Se non si è notata nessuna differenza sostanziale del tasso di mortalità per infarto o malattie cardiache tra i due gruppi, si è registrato il 2% di casi di emorragie interne tra coloro che hanno preso l’aspirina, mentre solo l’1.2% tra coloro che hanno avuto il placebo. 

Arriva la polipillola: 5 medicine in 1 per salvare il cuore

pilloleUna pillola magica e rivoluzionaria che racchiude tutti i farmaci necessari contro le patologie cardiovascolari e quindi potenzialmente in grado di salvare migliaia di vite. Cinque medicine in una, pochi centesimi e la possibilità di intervenire su una delle cause di morte più diffuse: questi i termini con cui nel corso dell`incontro annuale dell`American College of Cardiology è stata presentata la pillola “polivalente”. 

5 in 1 – Si tratta di un cocktail farmacologico a base di acido acetilsalicilico (in pratica, il principio attivo dell`aspirina), per rendere il sangue più fluido, statina, un composto che serve a inibire la sintesi del colesterolo, e tre principi attivi che servono per abbassare la pressione arteriosa, un Ace-inibitore, un Beta-bloccante e un diuretico. 

La ricerca – I test hanno coinvolto 2.053 adulti tra i 45 e gli 80 anni, soggetti sani ma con a carico uno solo tra i fattori di rischio, quindi ad esempio ipertesi o forti fumatori. Gli esiti dell`assunzione dei singoli farmaci e della mega-pillola sono risultati gli stessi: i livelli di pressione arteriosa e di colesterolo si sono abbassati e non sono stati riscontrati nuovi effetti collaterali. 

Un farmaco per tutti? –  Una medicina che potrebbe essere prescritta a tutti gli uomini sopra i 50 anni e le donne sopra i 60, senza che esistano pregresse condizioni di rischio: a dieci anni dall`inizio delle sperimentazioni, i ricercatori annunciano che servono almeno altri 5 anni perché la pillola delle meraviglie sia effettivamente disponibile sul mercato, anche se il basso costo delle capsule non è un incentivo per le case farmaceutiche che finanziano le ricerche. 

Lo stile di vita prima di tutto – Il nuovo farmaco non deve però far distogliere l`attenzione dal ruolo della prevenzione: un`alimentazione sana, fare regolare attività fisica, non fumare sono i primi e più importanti passi da compiere per combattere le malattie cardiovascolari.

fonte SALUTE24.it


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: