Posts Tagged 'disfunzione erettile'

Sesso senza limiti: la disfunzione erettile si cura con gli ultrasuoni

Niente più “pillole dell’amore”: per curare la disfunzione erettile adesso è possibile utilizzare le onde d’urto. Le stesse in grado di frantumare i calcoli renali: è quanto emerge da uno studio israeliano condotto dai ricercatori del Rambam Medical Center di Haifa guidati da Yoram Vardi.
Le onde d’urto, spiegano i ricercatori, stimolano la crescita di nuovi vasi sanguigni nella zona genitale, favorendo l’afflusso di sangue e, di conseguenza, migliori prestazioni sessuali. Lo studio è stato condotto su 20 uomini di 56 anni di età media con problemi d’erezione da almeno tre anni. Le disfunzioni erettili dei volontari, tutte di livello “moderato” o “lieve” – ovvero da 12 a 20 punti; in una scala di 30 punti, chiamata “indice internazionale di disfunzione erettile”, più basso è il punteggio, maggiore è il problema – alla fine delle tre settimane di trattamento con onde sonore a bassa intensità erano migliorate da 5 a 10 punti. “Un miglioramento di questo tipo, cioè oltre i 5 punti – spiegano gli studiosi – è considerato significativo”. Alla fine dell’innovativa cura, 15 dei 20 partecipanti allo studio sono stati in grado di continuare la propria vita sessuale senza fare più ricorso ai farmaci, e nessuno di loro ha subito effetti collaterali.
La nuova terapia si basa su una forma molto lieve di litotrissia: della tecnica, sviluppata più di 20 anni fa per il trattamento dei calcoli renali, sono state scoperte recentemente nuove proprietà legate alla salute dei vasi sanguigni. Le onde d’urto innescano infatti il rilascio del Vascular Endothelial Growth Factor (VEGF), sostanza che facilita la crescita di nuovi vasi.
Non solo calcoli renali e disfunzione erettile. Grazie a questa scoperta sulle proprietà delle onde, l’innovativa tecnica è attualmente allo studio da parte dei cardiologi per capire se e come potrà curare le malattie cardiache: l’applicazione più interessante, concludono gli studiosi, potrebbe risiedere nell’offrire un`ancora di salvezza per i pazienti troppo malati per sottoporsi all’intervento chirurgico di bypass al cuore, stimolando la crescita di nuovi vasi sanguigni nelle aree danneggiate.

Fonte SALUTE24.it

Annunci

Disfunzioni erettili: nuova cura per prevenire le erezioni del priapismo

disfunzione erettileUna malattia che potrebbe passare alla storia. Contro il priapismo, disfunzione che provoca dolorose erezioni della durata di 4 ore e più, ricercatori americani e cinesi avrebbero scoperto una terapia risolutiva.

In uno studio condotto sui topi e pubblicato sul Faseb Journal, gli scienziati hanno individuato nell’enzima adenosina deaminasi la sostanza in grado di curare la “malattia del dio Priapo”, così chiamata dal nome della divinità mitologica simbolo della sessualità maschile, che può condurre alla fibrosi del pene e infine all’impotenza. Tra gli altri problemi, il priapismo è anche una complicazione nei soggetti colpiti da anemia falciforme.

Vero-falso: nove domande sul sesso. Guarda la fotogallery

Dopo otto settimane di terapia, la somministrazione dell’enzima ha abbassato i livelli di adenosina, molecola che media il rifornimento di energie alle cellule, prevenendo o contrastando la fibrosi. Al contrario, spiega uno degli autori dello studio, Yang Xia dell’Università del Texas-Houston, è stato dimostrato che “l’aumento di segnali dell’adenosina contribuisce alla progressione dal priapismo alla fibrosi”.

fonte SALUTE24.it

Condividi su Facebook

IN FUTURO SESSO COL VIAGRA SPALMABILE PER LUI

coppiaUn sesso soddisfacente senza preoccupazioni per la salute. Chi soffre di disfunzione erettile ha già imparato a usare pillole come il Viagra: questi farmaci, tuttavia, hanno delle controindicazioni, anche serie, e non possono essere usati da pazienti cardiopatici o con altre patologie.
Altri effetti indesiderati della “pillola dell’amore” blu sono mal di testa forte, visione offuscata e dolori di stomaco. Per ovviare a questi problemi la soluzione potrebbe essere in una crema all’ossido d’azoto, da applicare direttamente sul pene prima di un rapporto: in pratica si tratta di un Viagra spalmabile che non presenta le controindicazioni sistemiche date dal farmaco preso per bocca.
Questa crema appare sicura anche per chi soffre di cuore, ma non vuole rinunciare a soddisfacenti relazioni sessuali. La novità farmacologica è stata testata dagli scienziati dell’Albert Einstein College of Medicine della Yeshiva University di New York, in uno studio pubblicato sul “Journal of Sexual Medicine”.
La ricerca è stata svolta, per ora, soltanto sui topi: i ricercatori avvisano dunque che, per poter utilizzare la nuova pomata in sicurezza sull’uomo, occorrerà attendere ancora 10 anni almeno e una serie di studi allargati su un campione umano di volontari.
Gli studiosi hanno scoperto che i principi attivi dei farmaci per la disfunzione erettile, come il Viagra, il Cialis e loro simili, vengono assorbiti meglio attraverso la pelle grazie all’azione di alcune nanoparticelle, più piccole di un granello di polline. Queste ultime, sperimentate su alcuni topolini di laboratorio, sono riuscite a trasportare negli animali il Cialis e l’ossido nitrico, molecola necessaria alla dilatazione dei vasi sanguigni e, quindi, all’erezione del pene con il riempimento dei corpi cavernosi di sangue. Questi roditori, così trattati, hanno manifestato problemi erettili molto più tardi rispetto a un altro gruppo di cavie, che invece avevano ricevuto nanoparticelle vuote ed erano state utilizzate come gruppo placebo di controllo.
Notevoli i vantaggi anche nei tempi d’azione ridotti dei farmaci per la DE applicati per via topica anziché assunti per via sistemica. Il dott.Kelvin Davies, uno dei coordinatori della ricerca statunitense, ricorda, infatti, che le medicine come il Viagra e il Cialis assunte per bocca impiegano da 30 minuti a un’ora prima di esplicare i loro effetti sul corpo, mentre la pomata “aiuta-erezione” alle nanoparticelle impiega solo pochi minuti per entrare efficacemente in azione.
Davies ricorda, inoltre, che la nuova crema non ha fatto riscontrare nei topi segni d’infiammazione o ipersensibilizzazione locale o altri effetti collaterali indesiderati.

Condividi su Facebook


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: