Posts Tagged 'malattie cardiache'

La noia cronica incide sulla salute?

 

Il senso permanente di noia nuocerebbe indirettamente alla salute, secondo Annie Britton e Martin Shipley, dell’University College of London. La teoria è stata espressa più chiaramente in un articolo pubblicato nell’aprile 2010 sulla rivista scientifica “International Journal of Epidemiology“.

Gli specialisti londinesi ritengono che gli stati di noia possono costituire il terreno per lo sviluppo di comportamenti a rischio come il consumo di alcol, tabacco, droghe e l’emersione di altri problemi psicologici. I ricercatori britannici hanno analizzato dei questionari compilati tra il 1985 e il 1988 da 7.500 funzionari londinesi tra i 35 e i 55 anni, ai quali era stato chiesto se avessero avuto dei problemi di tal genere nel corso degli ultimi mesi. In seguito hanno investigato, nell’aprile 2009, su eventuali decessi delle persone monitorate.

La noia incide sui problemi cardiaci? | Secondo le loro conclusioni, le persone che hanno dichiarato di annoiarsi frequentemente hanno più del doppio delle possibilità di morire per un problema cardiaco rispetto a coloro che hanno dichiarato di annoiarsi di rado. Questo fattore deve essere tuttavia studiato alla luce di altri fattori di rischio potenziali, come l’attività fisica svolta e il livello professionale. “È frequente che le persone esposte alla noia non godano di una buona salute“, hanno commentato i ricercatori. Altri esperti non hanno dubbi sul legame tra noia e problemi cardiaci, e lo danno come acquisito.

Noia, stress, depressione: stessi rischi? | ” Una persona che è spesso in uno stato di apatia dettato dalla mancanza di stimoli, e dunque da noia, non è motivata a mangiare sano, fare esercizio fisico e avere uno stile di vita salutare per il cuore. Ciò può renderli più esposti a incidenti cardio-vascolari”, ha dichiarato il dott. Christopher Canon, professore associato di medicina associato alla Università di Harvard e portavoce dell’Associazione Americana di Cardiologia. Inoltre, se le difficoltà si trasformano in depressione, non sorprende che questo favorisca gli attacchi cardiaci, ha precisato. La depressione è stata da tempo riconosciuta come fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. La noia potrebbe anche causare la liberazione nel corpo di ormoni che aumentano la pressione cardiaca, ha aggiunto. “La noia non è innocua”, afferma Sandi Mann, che insegna psicologia del lavoro alla University of Central  Lancashire, in quanto è legata a una rimozione della rabbia, causa l’aumento della pressione arteriosa e blocca l’immunità naturale del corpo. Il dott. Mann precisa tuttavia che solamente le persone che soffrono di noia cronica devono preoccuparsi. Per superare questo stato in modo positivo, non c’è niente di meglio dell’ attività fisica. Lo sport resta la modalità più sana ed efficace per ritrovare la motivazione.


Ossa più forti del 79%: il segreto è nel tè verde

È in grado di prevenire il cancro e le malattie cardiache, e contiene molti antiossidanti che prevengono l’invecchiamento cellulare. the-verdeMa non solo: da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori di Hong Kong guidati da Ping Chung Leung e pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, “Effects of Tea Catechins, Epigallocatechin, Gallocatechin, and Gallocatechin Gallate, on Bone Metabolism”, emerge che il tè verde è capace anche di rafforzare le ossa, prevenendo l’osteoporosi e le fratture e migliorandone la capacità di rigenerazione dopo una lesione.

Gli scienziati hanno esposto in laboratorio un gruppo di osteoblasti (cellule delle ossa) in coltura a tre principali componenti del tè verde – l’epigallocatechina (EGC), la gallocatechina (GC) e il gallato gallocatechina (GCG) – per diversi giorni. Dallo studio è emerso che l’epigallocatechina, in particolare, potenzia l’attività di un enzima chiave che favorisce la crescita ossea fino al 79% e incrementa i livelli di mineralizzazione delle cellule nelle ossa, rafforzandole. Gli scienziati hanno anche dimostrato che alte concentrazioni di ECG bloccano l’attività degli osteoclasti, che indeboliscono le ossa. I componenti del tè verde non hanno inoltre provocato alcun effetto tossico.

Condividi su Facebook


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: