Posts Tagged 'merluzzo'

Stoccafisso, l’antidoto all’obesità?

Merluzzo non solo ingrediente privilegiato di un’alimentazione sana ed equilibrata ma anche acerrimo nemico dell’obesità. Lo rivela uno studio islandese della ‘Landspitali University Hospital & Faculty of Food Science and Nutrition’ e dell”University of Iceland’. Il merluzzo e i suoi derivati, come lo stoccafisso, sono particolarmente magri e secondo alcuni recenti studi contribuirebbero alla perdita di peso durante le diete a basso contenuto calorico“, ha spiegato Andrea Poli del Nutrition Foundation of Italy. Nella ricerca 126 persone in sovrappeso o francamente obese tra i 20 e i 40 anni d’età sono state suddivise in tre gruppi, che hanno consumato per 8 settimane una dieta a ridotto contenuto calorico (-30% rispetto al fabbisogno teorico) che comprendeva un numero variabile di porzioni di merluzzo. Nonostante il contenuto calorico della dieta e la composizione in macronutrienti (proteine, grassi o carboidrati) per i tre gruppi fossero del tutto sovrapponibili, coloro che assumevano 5 porzioni di pesce la settimana hanno perso significativamente piu’ peso degli altri: 1,7 chili in piu’ rispetto al gruppo che non ne assumeva affatto. “Questo studio si inserisce in una linea di ricerca, ormai abbastanza consolidata, che suggerisce come il merluzzo e i suoi derivati possano aiutare la perdita di peso durante diete a basso contenuto calorico“, ha agigunto l’esperto, “il motivo di questo effetto non è ben noto: è probabile che abbia a che fare con la particolare composizione delle proteine del pesce, di cui è particolarmente ricco, sia come merluzzo fresco sia come stoccafisso, ovvero essiccato”. E ha aggiunto: “E’ anche noto che le proteine del merluzzo sono particolarmente sazianti e quindi calmano l’appetito: ma è poco probabile che questo sia il meccanismo in gioco in questo studio, visto che il consumo calorico, nei vari gruppi, era controllato e costante”.

Fonte AGIsalute

Annunci

La dieta per il cervello? Meglio non abusare di carne, uova e cipolla

Carni rosse, cipolla,  merluzzo, uova, parmigiano, semi di soia: per limitare il rischio di Alzheimer, bisogna tenere sotto controllo l’alimentazione. Questo il suggerimento di un team di ricercatori della Temple University di Philadelphia che hanno scoperto che una dieta ricca di metionina, un aminoacido presente tanto nelle carni rosse quanto nel pesce, sembrerebbe essere collegata ad un maggiore rischio di insorgenza della patologia. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Current Alzheimer Research.

La metionina è un aminoacido essenziale, che l’organismo non è in grado di sintetizzare da solo e la cui funzione  quella di aiutare il fegato a metabolizzare i grassi. “Quando la metionina però raggiunge livelli troppo alti – afferma Domenico Praticò, responsabile della ricerca – il nostro corpo attua una strategia di protezione che comporta la trasformazione dell’aminoacido in omocisteina e i risultati di studi precedenti indicano un’alta concentrazione di quest’ultimo aminoacido nel sangue è collegata al rischio di insorgenza di demenza senile”.

“La nostra ricerca – continua Praticò – ha permesso di evidenziare che il morbo di Alzheimer si sviluppa più velocemente nel caso di una dieta ad elevato contenuto di metionina“. Nelle cavie che avevano seguito un’alimentazione a base di cibi ricchi di questo aminoacido è stato riscontrato tra i neuroni del cervello il 40% in più di placche amiloidi, la cui presenza è riconducibile allo sviluppo della patologia neurodegenerativa.

Eliminare dalla dieta tutti i cibi che contengono metionina, precisano infine gli studiosi, non serve a prevenire l’Alzheimer. Riequilibrare, invece, il consumo di carni rosse, qualora sia elevato, può costituire un vantaggio non solo per la salute del cervello, ma anche per quella di cuore e arterie.

Fonte SALUTE24.it


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: