Posts Tagged 'ossa'

Artrite: sintomi, cause, cura e terapie

L’artrite è l’infiammazione di una o più articolazioni e si manifesta con dolore, calore, gonfiore e immobilizzazione dell’articolazione colpita. Puà svilupparsi a seguito di un trauma (contusione, lussazione) o essere causata da un’infezione batterica o virale. L’artrite, spesso, colpisce più articolazioni contemporaneamente (gomito, anca, ginocchio) ed è provocata da una malattia reumatica o da una disfunzione del sistema immunitario, che porta alla formazione di autoanticorpi, responsabili delle lesioni articolari. I sintomi peculiari della patologia sono: dolore e gonfiore a una o più articolazioni, febbre alta, inappetenza, stanchezza e debolezza.

Indipendentemente dalla causa, l’atrite è sempre una malattia seria e, in quanto tale, deve essere sempre sottoposta alla valutazione di un medico. Solo lo specialità potrà sottoporre il paziente alla terapia adeguata, in modo da evitare complicazioni e gravi esiti a distanza di tempo.

Se dovesse trattarsi di una artrite post-traumatica o di origine virale, la guarigione è rapida e la ripresa delle funzionalità generalmente non presenta problemi. Se invece si tratta di una malattia reumatica o di un’artrite reumatoide è necessario seguire molto accuratamente le indicazioni del medico, perchè i tempi necessari per la completa guarigione sono molto lunghi.

Ogni forma di artrite richiede riposo a letto nella fase acuta. A seconda della causa che l’ha determinata, la trattamento curativo può prevedere l’uso di antibiotici (per quella settica, infettiva), di farmaci antiinfiammatori o cortisonici per periodi di tempo prolungati. Trattandosi di terapie molto impegnative, dovranno essere sempre precedute da un accertamento diagnostico approfondito, da attuarsi in ambieto ospedaliero.

Contattaci per un Appuntamento con il nostro Reumatologo!!

I danni dell’alcool sulle ossa

 

Troppo alcool da giovani, drink e sbornie varie mandano in tilt i geni che proteggono dall’osteoporosi.

A sostenerlo è uno studio della Loyola University Health System, negli Usa, che ha trovato conferme sui topi all’equazione tra alcol in eccesso e fragilità ossea. I ricercatori hanno scoperto che fino a 300 geni legati alla salute ossea sono inibiti dal consumo esagerato d’alcol. I forti bevitori, che arrivano a buttar giù dai 4 ai 15 drink alcolici in una sola occasione, possono autoinfliggersi danni per anni.

Persino 3 anni di assoluta astinenza non sono sufficienti per ripristinare l’attività dei geni alterati, spiegano i ricercatori guidati dal biologo John Callaci.

I geni che regolano la “forza” di femori e tibie lavorano attraverso RNA, messaggeri del Dna che funzionano come modello per costruire le proteine, alla base di ossa e altri tessuti. L’alcol influenza effettivamente queste vie molecolari, con danni quasi permanenti. Lo studio potrà offrire anche nuove prospettive per la ricerca di farmaci in grado di spegnere la dipendenza da alcol.


Ossa più forti del 79%: il segreto è nel tè verde

È in grado di prevenire il cancro e le malattie cardiache, e contiene molti antiossidanti che prevengono l’invecchiamento cellulare. the-verdeMa non solo: da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori di Hong Kong guidati da Ping Chung Leung e pubblicato sul Journal of Agricultural and Food Chemistry, “Effects of Tea Catechins, Epigallocatechin, Gallocatechin, and Gallocatechin Gallate, on Bone Metabolism”, emerge che il tè verde è capace anche di rafforzare le ossa, prevenendo l’osteoporosi e le fratture e migliorandone la capacità di rigenerazione dopo una lesione.

Gli scienziati hanno esposto in laboratorio un gruppo di osteoblasti (cellule delle ossa) in coltura a tre principali componenti del tè verde – l’epigallocatechina (EGC), la gallocatechina (GC) e il gallato gallocatechina (GCG) – per diversi giorni. Dallo studio è emerso che l’epigallocatechina, in particolare, potenzia l’attività di un enzima chiave che favorisce la crescita ossea fino al 79% e incrementa i livelli di mineralizzazione delle cellule nelle ossa, rafforzandole. Gli scienziati hanno anche dimostrato che alte concentrazioni di ECG bloccano l’attività degli osteoclasti, che indeboliscono le ossa. I componenti del tè verde non hanno inoltre provocato alcun effetto tossico.

Condividi su Facebook


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: