Posts Tagged 'spermatozoi'

Per chi beve troppa coca-cola rischio di sterilità?

Di nuovo sul banco degli imputati le bevande gassate a base di cola. Questa volta, i medici non hanno evidenziato il rischio di patologie cardiovascolari e di insorgenza del diabete assai più alto rispetto alla media per chi ama le bibite gassate, ma sugli effetti negativi che avrebbero sulla fertilità maschile. A sostenere la tesi, uno studio pubblicato sull’American Journal of Epidemiology di alcuni ricercatori danesi del Rigshospitalet di Copenhagen guidati da Tina Kold Jensen. Gli scienziati hanno analizzato più di 2500 ragazzi, le loro abitudini alimentari e il loro stile di vita, sottoponendoli poi a spermiogramma. Dai risultati è emerso che chi consuma una dose di caffeina fino a 800 milligrammi al giorno, che corrisponde a circa 7 litri di bevande gassate la settimana, non mostra modifiche rilevanti sulla concentrazione di spermatozoi nel liquido seminale. Al contrario, chi supera questa media di consumo, può andare incontro a conseguenze pericolose per la propria fertilità, oltre che per lo stato di salute generale. La concentrazione di spermatozoi infatti crolla di quasi la metà, passando dai 56 milioni/ml degli individui sani ai 35 dei grandi consumatori di cola. Pur prendendo come parametro il valore della caffeina, i ricercatori hanno dimostrato che l’effetto prodotto non deriva da questa sostanza, dal momento che chi abusa di caffè o tè non corre gli stessi rischi, ma proprio dalla cola, che presenta al suo interno una percentuale di caffeina, e probabilmente anche dallo stile di vita associato al consumo di queste bevande. Chi beve grandi quantità di bibite gassate mangia anche in maniera scorretta, con un consumo bassissimo di frutta e verdure e una predilezione per il cosiddetto junk food, vale a dire patatine fritte, hamburger e così via.


Fonte: ITALIAsalute.it

Annunci

Infertilità maschile: ecco le cause

Stress, ritmi di vita pressanti e qualità della vita non sana. Sono tutti i fattori che influenzano la salute psicofisica di ogni uomo, ma non soltanto quella. Recenti studi hanno individuato i vari fattori che influenzano la fertilità dell’uomo. Se ne è parlato durante la Settimana dell’Andrologia, che ha riunito gli specialisti della Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (SIAMS) e dell’Accademia Europea di Andrologia. Secondo gli esperti un utilizzo troppo massiccio di antidepressivi può causare infertilità, ma i rischi aumentano se l’uomo è un accanito fumatore. La nicotina avrebbe un effetto dannoso sugli spermatozoi umani, modificandoli e alterandone lo stato. È il risultato di uno studio guidato dal Aldo Calogero dell’Università di Catania: nicotina e monossido di carbonio – e tutte le numerose sostanze che si sprigionano quando si fuma una sigaretta – riducono la rapidità di movimento degli spermatozoi, fino a bloccarla. Lo studio ha preso in esame soggetti sani e non fumatori. Esponendo gli spermatozoi dei soggetti sani a dosi sempre crescenti di condensato di fumo di sigaretta si è osservato che, dopo sole 24 ore, questi risultavano completamente immobili. Anche uno studio dell’Università di Siena lega il fumo ai problemi di infertilità: è stato osservato che pazienti con varicocele (cioè la dilatazione e incontinenza delle vene testicolari) e fumatori hanno spermatozoi meno ‘efficienti’ rispetto a pazienti con la stessa patologia, ma non fumatori. Ma le cause dell’infertilità non finiscono qui. Anche l’ambiente esterno e l’inquinamento influenzano negativamente la salute degli spermatozoi maschili. Le sostanze chimiche presenti in molti dei prodotti che si usano quotidianamente intaccherebbero la virilità – e la fertilità – maschile, poiché alterano il sistema ormonale dell’organismo. E queste sostanze colpirebbero, almeno secondo uno studio francese, la salute degli spermatozoi già in tenera età. Ma l’infertilità ha, molto spesso, anche cause di natura esclusivamente genetica. Secondo la ricerca effettuata dalle Università di Padova e di Messina molti dei bambini nati con il criptorchidismo (la mancata discesa nello scroto di uno o entrambi i testicoli) hanno maggiori possibilità di subire mutazioni genetiche che, a loro volta, sono cause di infertilità. Per informare e comunicare ai più giovani i rischi a cui vanno incontro fumando e seguendo uno stile di vita sregolato, è prevista – a partire dal 2009 – una campagna di sensibilizzazione in tutti gli istituti superiori italiani. L’iniziativa sarà promossa dalla Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità e dal Ministero della Salute. L’obiettivo è quello di comunicare ai giovani come prevenire le cause dell’infertilità. È proprio tra i 20 ed i 40 anni che c’è un abbassamento della qualità del liquido seminale, a causa di abitudini alimentari e di vita sbagliate. L’obiettivo? Informare per ridurre il fenomeno.

chiama galenosalute!


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: