Posts Tagged 'stanchezza'

Piccoli rimedi naturali per eliminare occhi gonfi ed occhiaie

E’ mattina, ci trasciniamo stancamente dal nostro letto fino al bagno, alziamo lo sguardo e, disastro, sul nostro viso compaiono i classici segni della fatica e della stanchezza: occhi gonfi e sofferenti ed un antipatico alone scuro, segno indiscutibile delle occhiaie.

Cosa è successo? Sicuramente tra le cause principali di tali inestetismi possiamo contare lo stress fisico e mentale, le poche ore di riposo durante la notte, ma anche un’eccessiva esposizione al sole ed una seduta troppo intensiva di allenamento, possono affaticare il nostro corpo ed il nostro viso, rendendolo meno fresco e vitale.

Come combattere tali segni di stanchezza, che non ci permettono di essere al meglio della nostra forma e bellezza durante la giornata?

Ovviamente se il danno è fatto, ovvero abbiamo riposato poco e male, dobbiamo necessariamente utilizzare piccoli trucchi per mascherare e ridurre gli inestetismi, avendo premura però di riposare maggiormente e recuperare le energie il giorno dopo: i rimedi vanno bene, ma la prevenzione è l’arma vincente per il nostro benessere e la bellezza del nostro viso!

Un utilissimo rimedio d’emergenza può essere il cubetto di ghiaccio, frizionato per 3 minuti sotto l’occhio, per ridurre gonfiore e segni di stanchezza.

Ma esiste un vero e proprio elisir di bellezza casalingo, che sfrutta un buon vecchio consiglio della nonna: il massaggio con il cucchiaio.

Sembrerà strano, ma l’utilizzo del cucchiaio, insieme ad una buona crema energizzante, assicura immediato beneficio al vostro viso. Attenzione però, il cucchiaio deve essere rigorosamente d’argento: tale rimedio combina, infatti, le proprietà chimiche del metallo all’azione meccanica del massaggio e alle proprietà nutrienti della crema. L’argento ha determinate proprietà chimiche che consentono ai prodotti applicati, di penetrare più a fondo rispetto ad un normale massaggio.

Vediamo, quindi, nel dettaglio, come eseguire un perfetto trattamento antiocchiaie e gonfiori. Inoltre, si tratta di un massaggio rapido ed economico, poichè ci consente di sfruttare gli strumenti che abbiamo in casa, anche se destinati, solitamente, ad usi ben diversi.

Per ottenere ottimi risultati dobbiamo porre i cucchiai dalla parte convessa, sulla zona del contorno occhi e, segreto fondamentale, bisogna alternare cucchiai freddi a cucchiai caldi, così che la variazione di temperatura stimoli la microcircolazione capillare e l’ossigenazione dei tessuti ed il gonfiore venga immediatamente ridotto.

1. Bisogna prima di tutto applicare una crema cosmetica rivitalizzante, agli agrumi e agli estratti di mirtillo, ottimi per migliorare circolazione, tonicità della pelle e risvegliare i tessuti affaticati.

2. Dopo aver steso il cosmetico, dobbiamo applicare i nostri cucchiai ed effettuare dei movimenti lenti e circolari, partendo dal basso e procedendo verso la parte alta del nostro viso.

3. Alternare per 5 minuti cucchiai caldi a cucchiai freddi, avendo cura di lasciare in posa sotto l’occhio i cucchiai freddi, per un minuto circa.

4. Dopo il massaggio con il cucchiaio, procedere a dei movimenti circolari con le dita, nelle zone delle tempie e del contorno occhi.

L’azione tonificante ed energizzante di tale rimedio naturale, darà al nostro viso un aspetto decisamente più fresco, allevierà i segni di stanchezza più marcati e, insieme ad un leggero velo di correttore posto sotto il contorno degli occhi, renderà i nostri tratti addolciti e decisamente meno marcati. 


Il magnesio contro lo stress

Se qualcuno vi dicesse che il livello di stress scende da 300 a 0 con un’aggiunta di magnesio, probabilmente non ci credereste, ma magari la prossima volta che vi trovate di fronte allo scaffale degli integratori, al supermercato o in farmacia, allungherete la mano verso la boccetta di compresse a base di magnesio.

Il magnesio è parte delle cellule e delle ossa, ed è particolarmente importante perché protegge le arterie dalla pressione del sangue. Inoltre, aiuta il corpo a controllare l’assorbimento di potassio (il minerale che si trova nelle banane) e il calcio (presente nei latticini). Se il magnesio è un minerale multitasking, di supporto ai reni, al cervello, al cuore, al sistema nervoso, perché mai non dovrebbe ridurre lo stress? Un chimico e nutrizionista australiano, Peter Gillham, sostiene che tra il 90 e il 95 % della  popolazione mondiale vive con dei livelli di magnesio non sufficienti per il loro corpo. In che cosa si traduce la carenza di magnesio? Ecco qualche sintomo poco piacevole: asma, bassi livelli energetici, insonnia, mal di testa, dolori muscolari, tensione e indolenzimento, stanchezza, ansia, nervosismo, PMS, ossa deboli, difficoltà di respirazione e problemi cardiaci.

Molti fattori possono causare la carenza di magnesio, come l’alcol, il fumo, l’eccessiva sudorazione, il consumo di droghe, l’ipotiroidismo, il diabete, le diete sbilanciate e, infine, lo stress.Lo stress può dar luogo a una sovra o sotto alimentazione, e procurare depressione, la quale a sua volta, oltre a generare inattività, rallenta il metabolismo. Può anche innescare cattive abitudini come il vizio del fumo e un consumo eccessivo di alcol, abitudini che a loro volta procurano problemi di salute come il tumore e le affezioni cardiache. Il magnesio è importante quanto le vitamine quotidiane e, se usato in unione con il calcio, può salvarvi la vita … o anche solo la qualità di vita. Bilanciando il sistema nervoso e rilassando i muscoli, il magnesio è un’aggiunta importante a ogni dieta. Se preferite non assumere integratori, abbiate un’alimentazione ricca di verdure a foglia verde scuro, cereali integrali, aglio, limoni, avocado, camomilla. Come per tutte le novità introdotte nella vostra routine, consultate il vostro medico prima di integrare il magnesio nella vostra dieta.

 | Autore Lara Endreszl

Sei Intollerante?

Premessa | Le Intolleranze Alimentari si manifestano di solito con una sintomatologia generale più o meno sfumata (stanchezza, cefalea, gonfiori addominali postpandriali, infezioni ricorrenti, dolori articolari, ecc) o con modificazioni cutanee (pelle secca, eczemi, orticaria, dermatiti ecc); spesso sono correlate a disordini del Peso Corporeo, sia in eccesso che in difetto. Esse sono riconducibili all’accumulo nel tempo delle sostanze responsabili di Ipersensibilità, fino ad un livello che ad un certo punto supera la “dose soglia“.  A causa di questo periodo di latenza, spesso risulta difficile accettare e comprendere come si possa “improvvisamente” diventare intolleranti ad un cibo comunemente introdotto quotidianamente  anche più volte (es. frumento, olio di oliva, latticini ecc). Queste reazioni non sono sempre immediate, ma si possono manifestare da 1 a 72 ore dopo l’assunzione del cibo in questione. Per ottenere un miglioramento dei sintomi, è necessario astenersi rigorosamente per almeno 2-3 mesi dall’assunzione del cibo incriminato, anche nelle sue forme nascoste e anche dall’assunzione di cibi che possono generare reazioni crociate.

Oggi secondo evento organizzato da Galeno Salute con il grant di Bromatech. E’ stato un successo!!!!

Abbiamo dedicato tutta la giornata al test sulle intolleranze alimentari; il nostro Ospite Specialista dott. Ciaccio Giorgio ha condotto più di 60 tests, individuando numerosi casi di Intolleranze ad Alimenti e consigliando svariate terapie.

A coloro che sono intervenuti diamo “Grazie di Cuore!“, sperando che siano rimasti contenti della professionalità del nostro Specialista e della nostra Organizzazione dell’evento.

A tutti coloro che non hanno potuto essere in lista prenotazione speriamo di dedicare altri giorni al test gratuito.

Certi di aver reso un servizio utile e di qualità Vi invitiamo a seguirci in altri nostri eventi …

dott. Carlo Cottone, manager di GALENOsalute

da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: