Posts Tagged 'Tumore alla prostata'



Statine per combattere il tumore alla prostata

prostataArrivano dal recente convegno dell’Associazione di urologia americana le ultime novità in materia di tumore alla prostata. Proprio in occasione del recente meeting dell’associazione sono stati, infatti, presentati due studi che hanno analizzato il possibile legame tra statine e neoplasia. Il primo sembra aver dimostrato che le statine possono ridurre il rischio di tumore prostatico mentre il secondo ha ipotizzato che le statine siano in grado di interferire nello sviluppo del tumore riducendo l’infiammazione.

La prima ricerca è stata condotta presso la Clinica Mayo e ha visto coinvolti 2447 uomini tra i 40 e i 79 anni che sono stati seguiti per venti anni. Secondo quanto concluso dagli studiosi, gli uomini che assumevano statine godevano di una riduzione del rischio di tumore fino a tre volte e per questi soggetti si riduceva del 57% anche il rischio di soffrire di prostata ingrandita. Come illustrato dall’autrice di questo studio, Jennifer St Sauver, le statine hanno dimostrato di essere efficaci anche nel curare la disfunzione erettile e ciò probabilmente perché combattono colesterolo e grassi nel sangue.

Il secondo studio è stato realizzato da Lionel Baneez della Duke University che ha analizzato campioni di tessuti prelevati da 254 pazienti con tumore.

Dalle analisi sarebbe emerso che nei tessuti provenienti da persone che avevano assunto le statine si registravano livelli di infiammazione minori del 72%; un dato importante dal momento che l’infiammazione funge da nutrimento per il cancro e minore infiammazione vuol dire minore sviluppo della massa tumorale.

Annunci

Pomodoro salva-cuore: al sugo o concentrato per prevenire l’infarto

pomodoroIl pomodoro, alimento base della dieta mediterranea, è un alleato prezioso per prevenire i disturbi cardiovascolari: lo provano i dati forniti dai cardiologi al 2° Mediterranean Cardiology Meeting in corso a Taormina.  

Le proprietà del pomodoro – A proteggere il cuore è il licopene, una sostanza presente nell’ortaggio in generose quantità, che regala alla buccia il suo colore rosso intenso. Già noto per le sue proprietà terapeutiche contro il tumore alla prostata, il carotenoide è uno tra gli antiossidanti che impedisce la formazione delle placche che, nei vasi sanguigni, provocano le ostruzioni responsabili di ictus e infarti, contrastando l’azione nociva dei radicali liberi.

 

Meglio il sugo dell’insalata – I pomodori vanno però cucinati perché il licopene possa essere assorbito dall’organismo. Per cogliere la differenza, si tenga presente il fatto gli effetti positivi presenti in un chilogrammo di ortaggi freschi equivalgono a quelli contenuti cento grammi di concentrato. Via libera, allora, a sughi e salse per diminuire il rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari anche del 30%, a seconda delle condizioni di salute di partenza dei pazienti.

 

Quando un ortaggio diventa una pillola – Sempre più spazio guadagna quel settore che prende il nome di “nutraceutica”. Per ovviare ad una serie di problemi – le quantità da consumare per ottenere i benefici di un alimento, la sua reperibilità o le eventuali controindicazioni per i singoli pazienti, ad esempio – gli scienziati stanno infatti cercando il modo di trasformare i principi attivi naturali in farmaci: compresse di buccia di pomodoro e olio all`omega3, per sopperire ai deficit della dieta e andare incontro a gusti e abitudini alimentari.

 

La dieta mediterranea che fa bene al cuore – Prima di ricorrere alle pillole, però, tra le cinque porzioni di frutta e verdura consigliate dai nutrizionisti per una dieta sana ed equilibrata non dimenticare un piatto di pasta con il sugo di pomodori freschi: gustoso, antinfiammatorio e salva-cuore.

fonte SALUTE24.it

Scoperta prima spia cancro prostata

sarcosinaCon un semplice esame delle urine si potrà diagnosticare e prevedere la prognosi del cancro alla prostata. Lo scopre l’University of Michigan. L’equipe di Arul Chinnaiyan ha scoperto, infatti, il primo marcatore di questa neoplasia presente nelle urine: la proteina ‘sarcosina’. Questa potrebbe pure divenire un nuovo bersaglio terapeutico: gli scienziati hanno dimostrato che aggiungendo sarcosina a cellule benigne queste diventano maligne e capaci di formare metastasi.

fonte ANSA.it


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: