Posts Tagged 'contraccezione'

Sicurezza contraccettiva: le nuove raccomandazioni

Secondo Richard N. Waldman, presidente del Congresso Americano di Ostetricia e Ginecologia (ACOG), queste nuove linee guida saranno destinate ad avere notevoli implicazioni per ostetrici e ginecologi statunitensi, dal momento che tali figure professionali rappresentano il punto di riferimento per la maggior parte delle donne in età riproduttiva. Le raccomandazioni CDC costituiscono un adattamento della guida elaborata in precedenza dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e saranno regolarmente aggiornate in modo da restare in linea con le ricerche di ultima pubblicazione. Il documento aiuterà professionisti e pazienti nella scelta del metodo contraccettivo più sicuro ed efficace, tarato in base alle condizioni di salute di ciascun individuo. 

Infatti mettendo in relazione i metodi contraccettivi con numerose condizioni di salute possibili, sono state elaborate circa 1800 combinazioni a ognuna delle quali è stato dato un punteggio da 1 a 4 in termini di sicurezza: così se un voto pari a 1 equivale sostanzialmente a un “semaforo verde”, un 4 indica una combinazione troppo rischiosa tra metodo contraccettivo usato e specifico stato di salute. Le raccomandazioni CDC sottolineano che la determinazione di un metodo contraccettivo appropriato dovrebbe prendere in considerazione non solo l’aspetto della sicurezza, ma anche quelli relativi all’accettabilità e alle preferenze personali. 

Secondo Waldman si tratta di un documento molto importante dal momento che negli Stati Uniti – secondo le sue parole – circa la metà di tutte le gravidanze non verrebbe programmata. E per le donne in condizioni mediche particolari una gravidanza non pianificata potrebbe diventare molto rischiosa. 

 

Annunci

ScegliTu Channel: l’educazione sessuale è su Youtube

Promosso dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) e dallo staff del portale internet ScegliTu.it, e rivolto in particolare alle teenager, ScegliTu Channel è il nuovo canale attivo su Youtube interamente dedicato alla diffusione di una corretta informazione sulle tematiche del sesso sicuro e della contraccezione. Un compito educativo che svolge molto bene almeno in due modi diversi ma complementari: vale a dire con leggerezza e con serietà.

La leggerezza è data dalla grafica semplice e giovanile e, soprattutto, dal video introduttivo dell’intero canale. ScegliTu Channel, infatti, si apre con un bel cortometraggio di Bruno Bozzetto, attraverso il quale vengono illustrate e prese in giro tutte quelle false idee che circolano, in particolare fra i giovani, relativamente all’utilizzo della pillola anticoncezionale. Al termine della divertente inchiesta, l’utente prenderà atto che l’utilizzo della contraccezione orale, al di là di tutti i preconcetti e luoghi comuni, permette alle donne di vivere in maniera più serena e consapevole la propria sessualità e il rapporto con il partner.

La serietà e l’affidabilità dei contenuti sono a loro volta garantiti dalla SIGO e da medici esperti del calibro di Alessandra Graziottin. E’ la nota dottoressa e ginecologa, infatti, che nella maggior parte dei video di ScegliTu Channel fornisce tutte le spiegazioni del caso per capire in modo chiaro e approfondito come funziona ad esempio la pillola estroprogestinica o come ci si protegge efficacemente dalle malattie sessualmente trasmissibili. Gli altri contributi video sono poi altrettanto autorevoli e interessanti.

Insomma, ScegliTu Channel è uno strumento in più al servizio del benessere delle donne e del rapporto di coppia, per favorire fin dall’età adolescenziale la giusta consapevolezza e tutta la sensibilità e il rispetto, per sé e per l’altro, necessari affinché la sfera del sesso e dell’amore possa essere vissuta con gioia, con naturalezza e senza correre inutili rischi.

Grazie a Stefano Piotto per averci fornito il post e l’informazione!

Gli ultrasuoni mandano in pensione i profilattici

Vita dura per i preservativi. Un progetto di ricerca statunitense sta cercando di mettere a punto una nuova soluzione contraccettiva dedicata agli uomini, basata sull’utilizzo di ultrasuoni per ottenere un risultato efficace, ma soprattutto reversibile. I ricercatori che stanno lavorando al progetto fanno parte dell’Università della Nord Carolina e sono finanziati in parte anche dalla Bill & Melinda Gates Foundation del noto tycoon dell’industria informatica. Gli ultrasuoni agirebbero inibendo la produzione di spermatozoi per un periodo limitato. Secondo il coordinatore della ricerca, James Tsuruta, “questo metodo ha dato già primi risultati incoraggianti, e potrebbe fornire agli uomini una contraccezione non ormonale, affidabile, a basso costo e reversibile, per una durata di sei mesi”. Una volta bloccata la produzione di spermatozoi e consumate le ultime riserve a disposizione, l’uomo diventa temporaneamente sterile. Passati 6 mesi, la produzione di sperma ricomincia a tornare alla normalità. Ora gli scienziati proveranno a valutare l’efficacia e la sicurezza della tecnica su un campione significativo di volontari, tentando di offrire a medio termine un nuovo tipo di contraccezione, sicura quanto se non più dei preservativi, ma priva dei limiti e dei fastidi connessi all’uso di questi ultimi. Com’è ovvio, il profilattico continuerà a mantenere un’importanza fondamentale per il controllo delle malattie sessualmente trasmissibili. Al momento, gli ultrasuoni sono utilizzati soprattutto nella medicina sportiva e nei centri fisioterapici, ma potrebbe presto rivelarsi una sorta di rivoluzione copernicana riguardo la politica di controllo delle nascite, anche in quei paesi del mondo più arretrati, considerati i costi non esorbitanti del metodo.

Fonte |

Sesso: senza condom il benessere è tutto per la mente

CoppiaFare sesso non protetto farebbe bene alla salute mentale: è quanto afferma uno studio condotto dalla West Scotland University di Paisley (Scozia) guidato dallo psicologo Stuart Brody, e che verrà pubblicato sulla rivista specializzata Archives of Sexual Behavior. I risultati sono frutto di un sondaggio sul comportamento sessuale condotto su 99 donne e 111 uomini in Portogallo, che hanno compilato un questionario sull’uso dei contraccettivi: dalle risposte è emerso che i soggetti che avevano rapporti sessuali non protetti erano in grado di affrontare lo stress in modo più maturo e di prendere decisioni in maniera più ferma. Lo studio è costato allo psicologo la critica di molti colleghi, che affermano che sostenere la positività del sesso senza protezioni potrebbe avere ripercussioni gravi sulla salute delle persone. Sebbene Brody ammetta che avere rapporti sessuali non protetti possa portare a situazioni stressanti, come gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili, lo psicologo rimane fermo nell’affermare che, comunque, avere rapporti sessuali senza preservativo può “rafforzare il benessere mentale“.

Arriva nuova pillola contraccettiva

farmaciaE’ in arrivo in Italia dagli Usa, dov’è già la più usata dalle donne, la nuova pillola contraccettiva a base di ormone drospirenone. Il farmaco si e’ dimostrato il più efficace anche contro i fastidiosi sintomi pre-mestruali, dai dolori ai disturbi dell’umore, che riguardano ben otto donne su dieci. La nuova pillola (disponibile in Italia da febbraio) e’ stata presentata in anteprima a Berlino.

 

Fonte ANSA.it

Uno spruzzo di profumo per allontanare la gravidanza

Funziona come un profumo, ma ha l’effetto di una pillola contraccettiva: uno spruzzo sulla pelle, e addio figli. Il nuovo metodo è stato inventato da ricercatori australiani esperti nello studio di filtri solari e di assorbimento di sostanze da parte della pelle. Si tratta di un dispositivo, simile a quegli inalatori usati dai pazienti con l’asma, caricato questa volta con un derivato del testosterone, un ormone capace di bloccare l’ovulazione. Il sistema è stato presentato al X Congresso della European Society of Contraception in corso a Praga. Il dispositivo ideato dai ricercatori della University of Sidney si appoggia sull’avambraccio e libera una dose controllata del farmaco che in 30 secondi attraversa gli strati più superficiali della pelle e si deposita in quelli più profondi. A quel livello l’ormone si libera nel sangue in una quanità capace di bloccare l’ovulazione per 36 ore. Lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Contraception, si basa sulla cosiddetta “doppia protezione”: abbinare un metodo contraccettivo, la pillola o la spirale, ad uno come il profilattico che protegga da infezioni sessualmente trasmesse. Il vantaggio della “pillola spray” consiste nella possibilità di saltare uno “spruzzo” . Non è necessario usarlo allo stesso orario tutti i giorni, al contrario della pillola tradizionale.

fonte SALUTE24.it

chiama galenosalute!

La pillola del giorno dopo.

pillola-del-giorno-dopo.jpg

La pillola del giorno dopo è un farmaco utilizzato come metodo di intercezione post-coitale (ossia contraccezione di emergenza) durante le 72 ore successive a un rapporto sessuale. Il principio attivo è il progestinico levonorgestrel, una sostanza presente anche in molte pillole contraccettive, impiegata però in un dosaggio 20-30 volte maggiore (750 microgrammi).Non va confusa con la pillola abortiva Mifepristone, nota come RU-486, dalla quale invece si differenzia sia per i tempi di assunzione, sia per i meccanismi di azione.La pillola del giorno dopo è un metodo di contraccezione d’emergenza che ha lo scopo di prevenire la gravidanza, in caso di rapporto sessuale non protetto o in caso di mancato funzionamento di un metodo anticoncezionale, bloccando l’ovulazione. In seguito alla sentenza del T.A.R. del Lazio n. 8465/2001 la ditta produttrice della pillola del giorno dopo è stata obbligata a scrivere nel foglio illustrativo che il farmaco impedisce l’impianto dell‘ovulo eventualmente fecondato, ma nel 2005 il Dipartimento di Salute Riproduttiva dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha chiarito che “la contraccezione di emergenza con levonorgestrel ha dimostrato di prevenire l’ovulazione e di non avere alcun rilevabile effetto sull’endometrio (la mucosa uterina) o sui livelli di progesterone, quando somministrata dopo l’ovulazione”, escludendo quindi un effetto intercettivo su un eventuale ovulo fecondato.Esistono due forme principali di contraccezione ormonale d’emergenza:La versione originale, denominata anche metodo Yuzpe, sempre meno in uso, implicava alte dosi di estrogeni e di progestinico in due dosi a 12 ore di intervallo. Questo metodo è considerato meno efficace e in genere meno tollerato del farmaco contenente solamente il progestativo. Il metodo più recente prevede una dose di 1,5 milligrammi di un progestinico, il levonorgestrel.Il nome commerciale con cui viene distribuito in Italia è NorLevo®. Questo metodo è conosciuto per essere più efficace (più del 32% se assunto in tempo), più sicuro e meglio tollerato del metodo Yupze, è disponibile negli Stati Uniti e in Canada con il nome di plan B, in Gran Bretagna e in altri paesi con il nome di Levonelle. L’efficacia della pillola del giorno dopo dipende dalla tempestività con cui viene assunta dopo il rapporto sessuale a rischio. È dimostrato da uno studio dell’OMS che l’assunzione del farmaco entro le prime 24 ore dal rapporto a rischio ha un’efficacia del 95%, che scende al 9% entro le prime 72 ore.Se invece la pillola viene assunta dopo che l’impianto dell’embrione in utero è già avvenuto, essa non disturba la prosecuzione della gravidanza.Laddove la pillola del giorno dopo venga assunta tardivamente, cioè a impianto dell’embrione umano nell’utero già avvenuto, essa non influisce in alcun modo sulla successiva gravidanza; per il suo meccanismo di funzionamento, tuttavia, la sua assunzione è controindicata nelle donne che hanno già fattori di rischio elevati per gravidanze di tipo extrauterino.Il levonorgestrel viene smaltito dall’organismo prevalentemente per via epatica, un uso ripetuto o addirittura frequente potrebbe quindi causare danni al sistema epatico. Pertanto la pillola del giorno dopo deve essere utilizzata solo in casi di particolare necessità e non può sostituire la contraccezione tradizionale.

In alcuni casi è causa di modesti effetti collaterali come nausea, vomito, perdite ematiche, astenia, cefalea, ecc., questi effetti non si presentano comunque nel caso non ci sia un processo di fecondazione o di impianto in atto.


da gennaio 2011 ci trovi su HarDoctor News, il Blog

da gennaio 2011!

Il Meteo a Marsala!

Il Meteo

Bookmark & Share

Condividi con ...

Farmaci a prezzi imbattibili!

Farmacia On Line
Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: